Dolore pelvico cronico non endometriosico

Indice articoli

Sindrome del colon irritabile

La sindrome del colon irritabile è una alterazione della motilità intestinale che colpisce circa il 15% degli uomini adulti con un rapporto femmina/maschio di 2:1. La causa è sconosciuta e la patogenesi multifattoriale comprendente alterazione della motilità intestinale, ipersensibilità viscerale e fattori psicosociali. L’origine del dolore è imputabile a meccanismi centrali coinvolgenti il sistema nervoso centrale, sia periferici a carico del tratto gastrointestinale.  Numerosi fattori come batteri, tossine, virus e parassiti possono attivare le cause del dolore.  I pazienti presentano dolore addominale e disagio, flatulenze e alternanza dell’alvo (diarrea e stipsi). I sintomi caratteristici di tale sindrome sono riferiti molto spesso da pazienti con dolore pelvico cronico e molti pazienti si rivolgono al ginecologo al posto che al gastroenterologo. Spesso infatti si verifica che al posto del colon irritabile venga erroneamente posta una diagnosi di patologia ginecologica; trae in inganno la sintomatologia comune della sfera gastrointestinale e ginecologica. Il colon irritabile infatti può essere associato a dispareunia e i dolori intestinali peggiorare durante il ciclo mestruale.

contatti

Ændo
L’Associazione Italiana Dolore Pelvico ed Endometriosi. Dal 2012 per formare i professionisti, aprire un canale di dialogo diretto alle giovani donne, fornire uno strumento di supporto e divulgazione per i medici e le pazienti, sostenere la ricerca.


aendo logo scr

ÆNDO
Associazione Italiana Dolore Pelvico ed Endometriosi ODV

info@aendoassociazione.com

Facebook
Aendoassociazione

Twitter
@AEndoODV

AENDO - D.LGS. 460/97 Iscrizione N° MI-594 - C.F. 97626390153


Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.