Endometriosi e Leggi

Progetti didattici

Liceo Scientifico Statale Filippo Lussana - Bergamo - maggio 2017

Leggi il resto

Liceo Scientifico Statale Filippo Lussana - Bergamo - febbraio,marzo 2016

Leggi il resto


Istituto Magistrale Gaetana Agnesi - Milano - giugno 2015

Leggi il resto


Liceo linguistico W. Shakespeare - Crema 13 maggio 2015

Leggi il resto


Incontri e Conferenze

ENDOMETRIOSI - Dalla ricerca nuove prospettive per comprendere la malattia

congresso 20170127 180Endometriosi. Una malattia talora devastante che colpisce 176 milioni di donne nel mondo. Una malattia che coinvolge, negativamente, tanti aspetti della vita della donna. Una malattia che ha impegnato per anni, e tuttora impegna, moltissimi ricercatori e clinici. Una malattia che ancora oggi, però, viene definita come “enigmatica”. In questo convegno vogliamo tentare di capire.

Leggi il resto

L’ENDOMETRIOSI: MALATTIA SOCIALE? - 30 Aprile 2016 Torino

Leggi il resto


AOGOI 24 Ottobre 2015 - EXPO Milano

Leggi il resto


AOGOI 20-21 Novembre 2014 - Bergamo

Leggi il resto


Scanzorosciate: Ændo e Sichig

Leggi il resto


Ændo Frugarolo (Al) PDF Stampa E-mail

 

 

Il giorno Venerdì 20 giugno 2014 a Frugarolo (AL) Ændo, Associazione Italiana dolore Pelvico ed Endometriosi, è stata invitata a Frugarolo per parlare di Endometriosi e dolore Pelvico.

Un'occasione importante creata dalla volontà di Elena Oddone per far conoscere la malattia.

Tutto il paese, con grande disponibilità ha deciso di sostenere le donne affette da questa patologia partecipando attivamente ai progetti di ricerca sostenuti dall'Associazione.

 

La testimonianza di Alina Migliori

Venerdì 21 giugno  Frugarolo
 
Entriamo nella sala della Soms vicino alla piazza del paese, è già piena di gente. I tecnici della luce stanno ultimando le ultimi attacchi per far funzionare il computer con le slide che si trasmetteranno.
Prende la parola Elena Oddone, infermiera e malata di endometriosi, che ha organizzato la serata, ringraziando tutto il paese e chi ha voluto che una parte del ricavato di una festa paesana, andasse alla ricerca per l'endometriosi e in particolare all'associazione Aendo che ha al suo interno la Dott.ssa Paola Viganò che sta iniziando una sperimentazione sull'endometriosi e fattore genetico.
Si presenta Monica, presidentessa di Aendo e con orgoglio spiega che l'associazione è stata fondata da medici tranne lei, che è una paziente, che ha voluto crearla due anni fa, per far si, che le giovani donne non si trovassero ad affrontare lo stesso calvario subito da lei e da altre donne della sua età.
Inizia a mostrarci delle slides dove viene spiegata la mission di Aendo: ricerca e informazione/prevenzione nelle scuole.  Infatti, nonostante l'associazione sia nata da poco tempo, è attiva in alcune scuole di Milano, dove vengono fatti incontri con gli studenti degli ultimi anni delle superiori, con i dottori che spiegano in modo semplice la malattia.
Parte un video tratto da Quark dove viene spiegata l'endometriosi in maniera molto esaustiva. Questo serve per far capire alla platea, più nel dettaglio, cosa sia questa malattia molto invalidante per la donna.
Monica, dopo aver finito in maniera chiara di descrivere la malattia, lascia la parola alla dott.ssa Paola Viganò.
La dott.ssa vuole ribadire i numeri delle donne malate nel mondo, in Europa e per finire, in Italia, 3.000.000 e i costi annuali  che la donna costa allo Stato tra assenza al lavoro e assistenza sanitaria, quasi 10.000 euro, un costo simile a quello speso per il diabete.

 

Altro discorso il rendimento al lavoro delle donne malate: oltre alle ore di assenza, la produttività lavorativa è quasi del 25% inferiore.
Ci spiega in parole semplici, su cosa si basa la sua ricerca. E' stata presa una famiglia X padre e madre ammalata di endometriosi profonda che hanno avuto 3 figlie di cui due gemelle, tutte malate di endometriosi. Facendo indagini sul DNA di queste persone tutte avevano un gene modificato. Questo quindi potrebbe essere una valida possibilità di prevenzione, un domani, per arrivare a fare un esame del sangue e vedere se una ragazza, è geneticamente portata ad avere endometriosi.
Purtroppo in Italia si arriva ad avere una diagnosi conclamata di endometriosi dopo circa 9 anni. Questo tempo perso, permette alla malattia di fare danni gravi all'interno del corpo e quindi poi di dover intervenire chirurgicamente con interventi molto pesanti e massacranti per la donna. L'informazione quindi è molto importante per far conoscere i sintomi della malattia e far capire alle giovani che avere dolore forte durante le mestruazioni non è normale.
La Dott.ssa poi dichiara che le cisti, ripeto le cisti e non i noduli di endometriosi, se non tolti nelle ovaie possono, con una casistica di 1 a 100, diventare tumore all'ovaio.  La trasformazione dell'endometriosi in tumore ovarico è un evento raro.  Nell’80% dei casi è coinvolto l’ovaio, ma il processo neoplastico può interessare qualunque altra sede endometriosica. Quindi anche in questo caso i controlli sono la miglior terapia. E' importante che le donne malate di endometriosi si sottopongano, quindi,  a controlli periodici in centri specializzati.
Si lascia spazio alle domande della sala e il primo a prendere la parole è l'ex sindaco del paese, medico di famiglia. Vuole sapere cosa può fare lui per aiutare le sue pazienti, visto che durante la presentazione, come una delle cause del ritardo alla diagnosi, si è data la colpa ai medici di base poco informati. Gli viene detto di mandare le ragazze in centri di secondo livello, centri specializzati, e di consigliare ecografie fatte da ginecologi e non da radiologi che, alcune volte non riconoscono la malattia. Il centro di secondo livello, anche se la ragazza non avesse cisti riconoscibili in ecografia, con la sola visita riuscirebbe a capire dove l'endometriosi si può essere insidiata.
Due altre ragazze hanno preso la parola per chiedere consiglio sul decorso della loro malattia.
La serata è stata organizzata alla perfezione, personalmente sono stata colpita di vedere un intero paese coinvolto per conoscere una malattia, di cui alcune loro compaesano sono malate. A luglio ci sarà la famosa festa, la festa della birra se avete voglia e siete vicini, andateci perchè sicuramente sarà un'occasione di allegria e sentirete tutto il loro affetto, quello che in due ore ieri sera ci hanno dimostrato.

Grazie Alina, Elena a tutti!

   

FR2B  FR3  FR4

FR5  FR6  FR7

FR8  FR9  FR10

FR11  FR13  FR0

Share
 

190x95 sopra
rete del dono DONA

Calendario eventi

Seguici e condividi

logo twitter

Nasce ETIC, scopri cos'è..

Link Amici

Gli amici di AENDO

Questo spazio è voluto per ospitare altre Associazioni e tutti quelli che gratuitamente

collaborano alla crescita di Ændo, ognuno con le proprie competenze.

Leggi il resto